top of page

Questions and Concerns

Public·11 members
Thomas Sanchez
Thomas Sanchez

Jurassic World - Il Dominio __TOP__



La produzione di Jurassic World - Il dominio è stata tra le prime a riprendere durante la pandemia da COVID-19, spianando la strada ad altre grandi produzioni che fino ad allora erano rimaste bloccate. La Universal Pictures ha stilato un documento di più di 100 pagine, in cui erano descritti i vari protocolli di sicurezza che hanno permesso di rimettere in moto la produzione[4].




Jurassic World - Il dominio



Un prologo[11] di circa cinque minuti, mostrato prima di ogni proiezione di Fast & Furious 9 in IMAX, ha debuttato il 25 giugno 2021 in più di 40 paesi, per incentivare il pubblico a ritornare nelle sale cinematografiche durante la pandemia. Il prologo è stato successivamente pubblicato online il 23 novembre 2021, come video promozionale atto a pubblicizzare Jurassic World - Il dominio.


Il filmato ha debuttato nel giugno 2021, come anteprima promozionale allegata alle proiezioni IMAX di Fast & Furious 9 - The Fast Saga. Il regista Colin Trevorrow aveva girato il filmato per potenzialmente servire come i primi cinque minuti di Jurassic World - Il dominio prima di decidere di tagliarlo dal film finale. Il filmato è stato pubblicato online il 23 novembre 2021, per promuovere il film principale prima della sua uscita prevista per il 10 giugno 2022.


La premessa geniale dell'ultimo film della trilogia di Jurassic Word, ovvero cosa succederebbe se i dinosauri fossero ancora sulla Terra, liberi di scorrazzare dove meglio aggrada loro, ha avuto una risposta: in Jurassic World - Dominion vediamo Atrociraptor correre sopra i tetti, mentre il Dilophosaurus continua a sputare veleno in faccia agli esseri umani. Il film di Colin Trevorrow arriva in dvd e blu-ray il 25 agosto: Jurassic World - Il dominio ha ora 14 minuti di scene in più.


Tra questo minutaggio aggiuntivo troviamo: un inizio inedito, scene d'azione più lunghe, più dinosauri e un approfondimento maggiore di personaggi vecchi e nuovi. Abbiamo potuto vedere in anteprima la nuova versione di Jurassic World - Il dominio in occasione del press tour per l'uscita in home video del film. Grazie a Universal Pictures siamo volati a Malta, dove sono state girate diverse sequenze, tra cui quella del mercato dei dinosauri.


Ecco i contenuti speciali delle edizioni di Jurassic World - Il dominio nei nei formati 4k UHD e blu-ray (il formato Dvd contiene solo Battaglia a Big Rock, il corto originale diretto dallo stesso Colin Trevorrow):


E infatti Jurassic World: Il dominio ricorre a un altro cliché che ormai si è insinuato in quel di Hollywood: se il tuo reboot perde i colpi, recupera gli attori originali per una dose di sana nostalgia. È esattamente quello che ha fatto Trevorrow, tornato al timone per l'ultimo capitolo della nuova trilogia, nonché della saga cominciata quasi trent'anni fa.


È il cast, insomma, a fare la differenza in due sottotrame che convergono nel terzo atto attraverso un'infinita serie di forzature. Forse una sceneggiatura più spavalda avrebbe potuto rimediare alla sensazione che i protagonisti indossino la cosiddetta "plot armor", cioè una narrazione che li protegge anche dalla più improbabile e pericolosa delle situazioni, ma Trevorrow è un regista commerciale e Il dominio è, probabilmente, il suo mostro di Frankenstein più riuscito in tal senso.


I dinosauri de Il dominio smettono di essere esperimenti genetici, mostri da laboratorio, per assumere l'identità di vera e propria specie in via di estinzione da proteggere, responsabilità degli umani che l'hanno creata e che ora devono battersi per essa e non contro di essa. È una prospettiva ingegnosa su cui si sarebbe potuto costruire anche un film diverso, ma Il dominio tende a rispettare i cliché di ogni Jurassic Park/World che si rispetti, passando da un genere all'altro per poi precipitare nelle atmosfere più thriller. Purtroppo non è solo la suddetta plot armor a ridimensionare le aspettative, quanto anche la ridotta violenza visiva, il "gore" in altre parole.


In questo senso, quindi, i dinosauri smettono di fare veramente paura e i colpo di scena a un certo punto tendono a diventare ripetitivi e prevedibili. Trevorrow è un mestierante: sa usare la macchina da presa, ma manca dell'inventiva e della creatività per conquistare lo spettatore con riprese audaci e non banali. Il dominio soffre questo limite, specialmente perché il regista e scrittore lo infarcisce di fanservice che a lungo andare diventa stucchevole. Passino battute, costumi e primi piani che richiamano i film di Spielberg; passino persino i dinosauri più iconici che tornano nei ruoli che ci hanno incantato o atterrito per trent'anni; ma il T-Rex che passa davanti a una struttura circolare, trasformandosi in una copia vivente dello storico logo di Jurassic Park, è un po' troppo pure per il fan più navigato.


Dopo un lancio internazionale di grande successo in una manciata di territori, Jurassic World: il dominio si prepara a conquistare gli Stati Uniti. Giovedì a partire dalle 4 del pomeriggio si sono tenute le anteprime, e il film ha raccolto ben 18 milioni di dollari: si tratta di un ottimo risultato, superiore ai 15.3 milioni di dollari di Jurassic World: il regno distrutto (ma le anteprime iniziavano alle 7 di sera) e di poco inferiore ai 18.5 di Jurassic World.


Jurassic World - Il dominio è il capitolo conclusivo della nuova saga dedicata al mondo dei dinosauri, in cui a emergere è uno stato di nostalgia diffuso che guarda al film del 1993 di Steven Spielberg


Jurassic World - Il dominio è un film che, dunque, gioca su due livelli narrativi, seguendo due narrazioni distinte che finiranno con l'intrecciarsi. Senza dubbio, la parte che funziona meglio è proprio quella che richiama in causa i vecchi protagonisti del Jurassic Park originale. Giocando proprio sulla nostalgia degli spettatori che sono cresciuti con il film del 1993, Jurassic World - Il dominio crea una sottotrama che ha nel trio formato da Sam Neill, Laura Dern e Jeff Goldblum il proprio marchio distintivo. Anche il bagaglio di ironia - da sempre caratteristica portante di questa seconda saga - è associato al "trio originale", mentre i personaggi di Owen e Claire rimangono più sullo sfondo. Quest'ultima, nello specifico, sembra rimasta intrappolata nel classico ruolo di madre preoccupata, in cui ha ben poco da fare se non piangere e aspettare di essere salvata.


Detto questo, però, va riconosciuto a Jurassic World - Il dominio la capacità di intrattenere il pubblico e di tenerlo avvinto per più di due ore. Sebbene in alcuni momenti ci siano dei brevissimi tempi morti che possono spingere a interrogarsi sulla necessità di pellicole tanto lunghe, il film diretto da Colin Trevorrow riesce a catturare l'attenzione degli spettatori e a divertirli. Viene un po' meno il lato più horror dell'operazione, quello che spingeva a saltare sulla poltrona quando i dinosauri facevano irruzione: questo anche a causa della scelta di rendere alcuni dei dinosauri con un'estetica che sembra più vicina a quella degli anni '90 che a quella già vista nei primi due capitoli della saga di Jurassic World. Questo aspetto, unito alla ricerca del senso di nostalgia, fa sì che il capitolo conclusivo della serie sia in qualche modo vintage e, per questo, affascinante. Allo spettatore si chiede molto spesso la più totale sospensione dell'incredulità, ma il risultato è una pellicola d'azione che funziona quasi nella sua interezza e che, pur mancando di un vero e proprio antagonista, spinge anche alla riflessione sul peso che l'umanità esercita sulle risorse di un pianeta sempre più stanco. 041b061a72


About

Welcome to the group! You can connect with other members, ge...

Members

bottom of page